domenica 2 ottobre 2011

LO SFRUTTAMENTO FINANZIARIO DEI PELLEGRINAGGI E QUEGLI AUTOBUS PAGATI DAL COMUNE DI ROMA

di Tutti Gli Scandali Del Vaticano
I pellegrinaggi rappresentano agli occhi di tutti i fedeli un vero e proprio viaggio nella fede.Un viaggio non certamente gratuito,specie se ci si muove da soli.Esistono però due istituti di trasporto collegati alla Santa Sede che si occupano appunto dei pellegrinaggi.Ma dietro alla nobile iniziativa apostolica si nasconde,manco a dirlo,uno sfruttamento finanziario rappresentato dal vantaggio economico che se ne ricava.
La prima istituzione ufficiale è l'UNITAL(1),successivamente chiamata UNITALSI(2).Questa viene fondata nel 1903 da Giovan Battista Tommasi in collaborazione con la diocesi di Milano.Lo scopo dell'istituzione è quello di organizzare viaggi in treno,per ammalati e non,al Santuario di Lourdes.Ovviamente a pagamento.L'Unital nasce in un momento storico molto importante per il santuario di Lourdes. Il 1904,infatti, segna il cinquantenario del dogma dell'Immacolata Concezione,proclamato da papa Pio IX l'8 dicembre 1854 e nella devozione cattolica l'Immacolata era collegata,sin da allora, con le apparizioni di Lourdes(3).
Capite come questo legame abbia favorito non poco l'UNITAL sin dall'inizio.I pellegrinaggi a Lourdes erano così numerosi che nel 1912 viene fondata l'OFTAL(4) da monsignor Rastelli,in collaborazione con la diocesi di Torino.E non c'è da meravigliarsi affatto,perchè ancora oggi Lourdes rappresenta,insieme a Fatima, la principale meta di pellegrinaggio nel mondo.E questo trova conferma nei dati soprendenti dell'Unitalsi.Nel 2003,anno del suo centenario,l'organizzazione è arrivata a contare ben 300.000 aderenti e volontari che accompagnano più di 100.000 persone l'anno.
Ma l'Unitalsi ha un handicap.Quale?Quello di non dipendere direttamente dalla Santa Sede.Ecco perchè nel 1933 viene istituito il Comitato Romano dei Pellegrinaggi,denominazione mutata dal 30 gennaio 1957 in Opera Romana Pellegrinaggi.L'Orp è legata amministrativamente all’APSA(5).Presidente dell’organizzazione è il cardinale vicario di Roma,carica ricoperta attualmente dal cardinal Agostino Vallini,mentre l’amministratore delegato è il reverendo Cesare Atuire.A questi si affianca il vicepresidente monsignor Liberio Andreatta.Una struttura snella che cozza con lo smodato apparato assistenzionale: 900 sacerdoti,400 animatori e assistenti per 130.000 pellegrini l’anno.Un’organizzazione incredibile che si occupa non solo di pellegrinaggi ma anche dei tour dentro Roma.Ma i tour nella città santa che c’entrano con i pellegrinaggi?Mistero della fede (cattolica ovvimanete).I tour costituiscono un’impropria finalizzazione dell’opera nata per i pellegrinaggi verso i santuari e non certo per scorazzare i turisti in giro per la città eterna su dei Bus turistici.I mezzi a due piani sono ben noti ai cittadini romani.Autobus a due piani scoperti di colore giallo,caratterizzati dalla scritta “Roma Cristiana”.Non ci sono mai stati ma devo dire che appaiono molto confortevoli.Fin qui tutto ok,se non fosse che leggendo i Peccati del Vaticano(6) ho scoperto che:

a)Gli autobus dell’ORP sono forniti dal Comune di Roma
b)Gli austisti sono forniti dal Comune di Roma
c)Il gasolio degli autobus lo paga il Comune di Roma
d)I costi di manutenzione dei bus turistici dell’Orp sono coperti dal Comune di Roma.

Apriti cielo!Un comune di uno stato laico che spende soldi pubblici per aiutare un’istituzione che si occupa di pellegrinaggi ma che fa anche tour per i turisti?Sembrerebbe una barzelletta ma non è così. E non è una giustificazione ammissibile il fatto che il Vaticano porti pellegrini e quindi introiti a Comune e privati.E’ vero sarebbe stupido ammetterlo,ma poi nessun cattolico si offenda se si parla di sfruttamento finanziario dei pellegrinaggi.Perchè l’Opera Romana Pellegrinaggi sostanzialemente non paga la materia prima(gli autobus e gli autisti),né la sua manutenzione.Ma c’è un di più.Come rivelato dalle Iene,i lavoratori che assistono i turisti e vendono i biglietti vengono pagati completamente in nero.Ma non finisce qui.Sapete quanto guadagnano?Un solo euro per ogni biglietto venduto.Se non è sfruttamento questo…
In questa pagina potete consultare i prezzi dei biglietti.Vanno dai 13 ai 25 euro a seconda della durata del biglietto.Si calcola che vengano venduti circa 200.000 biglietti l’anno.Potete quindi immaginare gli introiti che ne derivano..Proprio questo dato non può che essere l’indice primario per giudicare questo sfruttamento finanziario considerando i pagamenti in nero e l’uso gratuito dei mezzi.


NOTE                                     
1) Unione Trasporto Italiano Ammalati Lourdes
2) Con il prolungamento della sigla riferito ai Santuari Internaizonali
3)Avvenute nel 1858
4) Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes
5) Amministrazione Patrimonio Santa Sede
6)I Peccati del Vaticano,Claudio Rendina,pagina 106-107
Ti è piaciuto l’articolo? Offrici un caffé! Sostieni Tutti Gli Scandali Del Vaticano! (È sufficiente essere iscritti a Paypal o avere una carta di credito, anche Postepay)

share su Facebook Condividi su Buzz vota su OKNotizie vota su Diggita salva su Segnalo Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

TUTTI GLI SCANDALI DEL VATICANO. Copyright 2008 All Rights Reserved Revolution Two Church theme by Brian Gardner Converted into Blogger Template by Bloganol dot com